ROMANZI

I romanzi che ho scritto sono un po’ come figli. Vi presento i miei…

Lo chiamarono GIGI POTTER
(Independently published)

Gigi ha undici anni. È nato a Napoli e dall’età di un anno vive a Milano. Tanto la sua gemella eterozigote quanto i suoi compagni di quinta elementare, lo hanno bollato come secchione a causa della fervida immaginazione e dell’amore per la lettura in generale, e di Harry Potter in particolare, di cui si considera un po’ l’alter ego.
La vita cambia radicalmente quando suo padre Antonio sorprende i suoi familiari con l’annuncio di un imminente trasferimento a Napoli grazie a un’assunzione come capo-custode di Castel Nuovo – più conosciuto come Maschio Angioino -, dove risiederanno. Inizia così per Gigi una sorta di sogno ad occhi aperti in cui le similitudini tra la sua nuova vita e l’universo di Harry Potter sembrano incredibilmente collimare: Napoli, con le peculiarità che la caratterizzano, diventa il suo mondo magico. Ama la nuova scuola, i compagni, e il castello, popolato da mostri leggendari e fantasmi illustri.
Ma come il mondo magico anche la città ha dei lati oscuri che si rivelano il giorno in cui Gigi si scontra con la morte.
Una fiaba per adulti in bilico tra leggerezza e poesia, in cui arte, brutalità, sogni e leggende si sovrappongono alla realtà per raccontare lo scontro/incontro tra il mondo adulto e quello adolescenziale, e in cui le diversità vengono indagate e descritte in un’alternanza di chiaroscuri.

“I castelli sono vivi.
Questa fu la prima sensazione che, prepotente e inaspettata, balenò nella mente di ciascun membro della nostra famigliola quando si ritrovò al centro del cortile monumentale, trasudante storia da ogni singola pietra, crepa e interstizio. E in quel silenzio rarefatto parve loro di cogliere l’eco lontana di passi e grida, sussurri concitati, calpestio di zoccoli e nitriti furiosi, comandi imperiosi, clangore di ferro e armature, pianti accorati e acclamazioni gioiose.”

 

 

Lo chiamarono
GIGI POTTER
(Independently published)

Gigi ha undici anni. È nato a Napoli e dall’età di un anno vive a Milano. Tanto la sua gemella eterozigote quanto i suoi compagni di quinta elementare, lo hanno bollato come secchione a causa della fervida immaginazione e dell’amore per la lettura in generale, e di Harry Potter in particolare, di cui si considera un po’ l’alter ego.
La vita cambia radicalmente quando suo padre Antonio sorprende i suoi familiari con l’annuncio di un imminente trasferimento a Napoli grazie a un’assunzione come capo-custode di Castel Nuovo – più conosciuto come Maschio Angioino -, dove risiederanno. Inizia così per Gigi una sorta di sogno ad occhi aperti in cui le similitudini tra la sua nuova vita e l’universo di Harry Potter sembrano incredibilmente collimare: Napoli, con le peculiarità che la caratterizzano, diventa il suo mondo magico. Ama la nuova scuola, i compagni, e il castello, popolato da mostri leggendari e fantasmi illustri.
Ma come il mondo magico anche la città ha dei lati oscuri che si rivelano il giorno in cui Gigi si scontra con la morte.
Una fiaba per adulti in bilico tra leggerezza e poesia, in cui arte, brutalità, sogni e leggende si sovrappongono alla realtà per raccontare lo scontro/incontro tra il mondo adulto e quello adolescenziale, e in cui le diversità vengono indagate e descritte in un’alternanza di chiaroscuri.

“I castelli sono vivi.
Questa fu la prima sensazione che, prepotente e inaspettata, balenò nella mente di ciascun membro della nostra famigliola quando si ritrovò al centro del cortile monumentale, trasudante storia da ogni singola pietra, crepa e interstizio. E in quel silenzio rarefatto parve loro di cogliere l’eco lontana di passi e grida, sussurri concitati, calpestio di zoccoli e nitriti furiosi, comandi imperiosi, clangore di ferro e armature, pianti accorati e acclamazioni gioiose.”

 

Visita la pagina Facebook
con tutte le curiosità,
le recensioni e le foto dei lettori!

 

Visita la pagina Facebook
con tutte le curiosità,
le recensioni e le foto dei lettori!

DISPONIBILE IN FORMATO
eBOOK E CARTACEO

COMPRALO su AMAZON
oppure ordinalo nella tua libreria di fiducia: 

Mosaico napoletano
(Segmenti editore)

“Un mosaico di gioia e nostalgia descritto allo specchio degli anni più belli da una penna che sa il fatto suo.”
LOREDANA LIMONE

Una forza misteriosa trascina Giuseppe su una terrazza di Napoli costringendolo a rivivere gli anni della sua infanzia e dell’adolescenza, i primi amori, le battaglie che ha dovuto combattere, i lutti che ha dovuto subire.
I ricordi si affacciano alla mente felici e spensierati, tristi e amari. Ricordi di un tempo in cui i telefoni andavano a gettoni e la musica di Pino Daniele era incisa su vinile; ricordi dai colori accesi, vibranti, pallidi o smorti. Ricordi da cui è fuggito, scappando da Napoli per rifugiarsi a New York, e che dovrà finalmente affrontare per giungere a un’inaspettata rivelazione.

 

 

“Cara Daniela, ho letto con passione il tuo Mosaico napoletano.
Ripercorri anni che ho in parte vissuti a Napoli. Mi erudisci. Quanto le sei fedele! I colori, i suoni, le voci, il tutto pervaso dalla tua musica, dai tuoi ritmi. Chi ti legge non abbandonerà la lettura; i tuoi personaggi sono vivi, neo-realisticamente vivi. E Napoli… forte bella e vivida, che subisce, anche con la camorra che i Savoia hanno messo al potere. Che bello il confronto con New York; la toccante visione della città per l’esiliato Giuseppe:
“miele e fiele”, come un rapporto intimo d’amore e di passione…

E le ciliegie… Le temps des cerises!… ”
JEAN-NOËL SCHIFANO

“Un mosaico di gioia e nostalgia descritto allo specchio degli anni più belli da una penna che sa il fatto suo.”
LOREDANA LIMONE

Una forza misteriosa trascina Giuseppe su una terrazza di Napoli costringendolo a rivivere gli anni della sua infanzia e dell’adolescenza, i primi amori, le battaglie che ha dovuto combattere, i lutti che ha dovuto subire.
I ricordi si affacciano alla mente felici e spensierati, tristi e amari. Ricordi di un tempo in cui i telefoni andavano a gettoni e la musica di Pino Daniele era incisa su vinile; ricordi dai colori accesi, vibranti, pallidi o smorti. Ricordi da cui è fuggito, scappando da Napoli per rifugiarsi a New York, e che dovrà finalmente affrontare per giungere a un’inaspettata rivelazione.

 

“Cara Daniela, ho letto con passione il tuo Mosaico napoletano.
Ripercorri anni che ho in parte vissuti a Napoli. Mi erudisci. Quanto le sei fedele! I colori, i suoni, le voci, il tutto pervaso dalla tua musica, dai tuoi ritmi. Chi ti legge non abbandonerà la lettura; i tuoi personaggi sono vivi, neo-realisticamente vivi. E Napoli… forte bella e vivida, che subisce, anche con la camorra che i Savoia hanno messo al potere. Che bello il confronto con New York; la toccante visione della città per l’esiliato Giuseppe:
“miele e fiele”, come un rapporto intimo d’amore e di passione…

E le ciliegie… Le temps des cerises!… ”
JEAN-NOËL SCHIFANO

Visita il sito con tutte le curiosità,
le recensioni e le foto dei lettori.

Napoli… forte bella e vivida.
la toccante visione della città per l’esiliato Giuseppe: “miele e fiele”, come un rapporto intimo d’amore e di passione…

Jean-Noel-Schifano

Scrittore e intellettuale

ORDINALO IN LIBRERIA oppure COMPRALO ON LINE: 

Vado a Napoli e poi… MUOIO!
(SensoInverso edizioni)

UN ROMANZO ESILARANTE, SPASSOSO E TOCCANTE!
IL NATALE NAPOLETANO RACCONTATO DA UN LEGHISTA
:

Fabrizio Castiglioni è nato in una famiglia Padana fondamentalista, in cui il Sud Italia è visto, manco a dirlo, come il Nemico. Mai nella vita avrebbe immaginato di potersi innamorare di una napoletana, Linda, passionale e volitiva, con la quale ingaggerà una guerra senza esclusione di colpi e, men che meno, di farsi coinvolgere al punto da decidere di passare le sue vacanze natalizie nell’ultima città che avrebbe sognato e desiderato visitare: Napoli.
Ma l’amore passa anche per la gola, si sa, e Fabrizio, irretito e conquistato a suon di gnocchi alla sorrentina, roccocò, taralli ‘nzogna e pepe ed una serie di delizie inimmaginate, approderà nella tanto odiata città.
Si ritroverà così a scrivere un diario in cui racconterà, giorno per giorno, gli itinerari turistici in cui verrà guidato. Coinvolgerà il lettore nel suo viaggio attraverso luoghi e percorsi artistici, tra incontri (e scontri) con personaggi e situazioni improbabili che lo destabilizzeranno e conquisteranno. 

“Con sorprendente abilità narrativa che sa cogliere ed esprimere l’immediatezza della vita, l’autrice svolge in maniera attuale e spigliata il dialogo fra Nord e Sud d’Italia e racconta, facendoci divertire, l’incontro di due giovanili aspirazioni alla Bellezza, alla Gioia, all’Amore, che si contrappongono ignorando d’essere identiche, finchè Napoli non lo rivelerà.”
(Flora Dura)

UN ROMANZO ESILARANTE, SPASSOSO E TOCCANTE!
IL NATALE NAPOLETANO RACCONTATO DA UN LEGHISTA
:

Fabrizio Castiglioni è nato in una famiglia Padana fondamentalista, in cui il Sud Italia è visto, manco a dirlo, come il Nemico. Mai nella vita avrebbe immaginato di potersi innamorare di una napoletana, Linda, passionale e volitiva, con la quale ingaggerà una guerra senza esclusione di colpi e, men che meno, di farsi coinvolgere al punto da decidere di passare le sue vacanze natalizie nell’ultima città che avrebbe sognato e desiderato visitare: Napoli.

Ma l’amore passa anche per la gola, si sa, e Fabrizio, irretito e conquistato a suon di gnocchi alla sorrentina, roccocò, taralli ‘nzogna e pepe ed una serie di delizie inimmaginate, approderà nella tanto odiata città.

Si ritroverà così a scrivere un diario in cui racconterà, giorno per giorno, gli itinerari turistici in cui verrà guidato. Coinvolgerà il lettore nel suo viaggio attraverso luoghi e percorsi artistici, tra incontri (e scontri) con personaggi e situazioni improbabili che lo destabilizzeranno e conquisteranno.

“Con sorprendente abilità narrativa che sa cogliere ed esprimere l’immediatezza della vita, l’autrice svolge in maniera attuale e spigliata il dialogo fra Nord e Sud d’Italia e racconta, facendoci divertire, l’incontro di due giovanili aspirazioni alla Bellezza, alla Gioia, all’Amore, che si contrappongono ignorando d’essere identiche, finchè Napoli non lo rivelerà.”
(Flora Dura)

Visita il sito con tutte le curiosità,
le recensioni e le foto dei lettori.

“Grazie Daniela Carelli, per aver scritto uno dei miei libri preferiti. Lo adoro.”

Viviana

ORDINALO IN LIBRERIA oppure COMPRALO ON LINE: 

Volevo fare la segretaria
(Sassoscritto editore)

UN ROMANZO DIVERTENTE, IRONICO, IMPERTINENTE!
LA STORIA DI UNA DONNA, COME TANTE, CHE INSEGUE,
O MEGLIO, VIENE INSEGUITA DA UN SOGNO.

La storia è ambientata a Napoli e di Napoli ha tutta la teatralità. Narra di come una bambina (io), con un sogno atipico come quello di diventare una segretaria per una ditta di pomodori, si sia ritrovata, suo malgrado, a fare la cantante.
Racconta di come la musica sia arrivata a stravolgere prepotentemente la vita, non solo sua, ma di tutti coloro che le stavano intorno.
Racconta gli incontri casuali e le rocambolesche coincidenze che l’hanno portata a cantare davanti a centinaia di migliaia di persone, accompagnandosi a musicisti ed artisti di fama nazionale ed internazionale.
Descrive la disillusione di uno dei mestieri più belli del mondo, gestito spesso da persone che hanno molto poco a che fare con quell’incantesimo.
Una storia di ribellioni e speranze, di dissidi familiari, sesso, amicizia, piccole e grandi conquiste, nella quale in molti: uomini e donne, fanciulli, adolescenti e adulti, si riconosceranno.

Un libro che vi terrà incollati alla poltrona fino alla fine!

UN ROMANZO DIVERTENTE, IRONICO, IMPERTINENTE!
LA STORIA DI UNA DONNA, COME TANTE, CHE INSEGUE,
O MEGLIO, VIENE INSEGUITA DA UN SOGNO.

La storia è ambientata a Napoli e di Napoli ha tutta la teatralità. Narra di come una bambina (io), con un sogno atipico come quello di diventare una segretaria per una ditta di pomodori, si sia ritrovata, suo malgrado, a fare la cantante.
Racconta di come la musica sia arrivata a stravolgere prepotentemente la vita, non solo sua, ma di tutti coloro che le stavano intorno.
Racconta gli incontri casuali e le rocambolesche coincidenze che l’hanno portata a cantare davanti a centinaia di migliaia di persone, accompagnandosi a musicisti ed artisti di fama nazionale ed internazionale.
Descrive la disillusione di uno dei mestieri più belli del mondo, gestito spesso da persone che hanno molto poco a che fare con quell’incantesimo.
Una storia di ribellioni e speranze, di dissidi familiari, sesso, amicizia, piccole e grandi conquiste, nella quale in molti: uomini e donne, fanciulli, adolescenti e adulti, si riconosceranno.

Un libro che vi terrà incollati alla poltrona fino alla fine!

Visita il sito con tutte le curiosità,
le recensioni e le foto dei lettori

“Un libro che si legge d’un fiato, raccontato con ironia e con vivacità.”

Cristiano

ORDINALO IN LIBRERIA oppure COMPRALO ON LINE: